Il Porto di Chioggia

Scarica il programma Ottobre Blu  2015

Il porto di Chioggia, situato nella Laguna sud di Venezia, è riconosciuto da sempre da un lato per la sua centralità nella rete delle infrastrutture regionali – collocato nelle immediate vicinanze degli interporti di Padova, Verona e Rovigo – dall’altro per l’importanza nazionale quale unico porto fluvio – marittimo, nodo strutturale di interconnessione dei traffici tra il bacino del Mediterraneo ed il Nord Italia.
E’ dotato di due scali caratterizzati da una continua crescita infrastrutturale: Isola Saloni, con vocazione crocieristica, e Val da Rio, polo di logistica integrata mare-fiume-terra per i traffici commerciali.

Visuale aerea dello scalo marittimo di Val da Rio

Il porto di Val da Rio ad oggi si compone di 2000 metri lineari di banchine portuali e relativi sottoservizi, di 1 scassa per traffico RO/RO, intero bacino portuale e canali di accesso a quota – 8,40 dal m.m., apparecchiature di ausilio alla navigazione notturna per operatività del porto h24, 350.000 mq di piazzali portuali con relativi sottoservizi, 4000 metri lineari di raccordo ferroviario, 16.400 mq. di magazzini portuali per il deposito delle merci, 1 capannone di c.a. 400 mq. adibito ad officina, 5 pese stradali e 3 pese ferroviarie collegate in rete con cavidotti in fibra ottica, una palazzina per servizi logistici per traffici RO/RO e RO/pax di mq. 1.200 in pianta, un Centro Direzionale Servizi Portuali per 4.200 mq. per uffici, sale convegni, sale riunioni e aule didattiche, nr. 2 palazzine uffici per enti territoriali e piccole e medie imprese per ulteriori 3.000 mq. di uffici, locale per ristorazione per 900 mq..
In Isola Saloni invece è in corso una riconversione da porto commerciale a scalo turistico – crocieristico, che tiene conto della propria collocazione adiacente al centro storico di Chioggia, attraverso una revisione del Piano Regolatore Portuale vigente ed alla realizzazione di un primo edificio per servizi portuali, di dimensioni in pianta pari a ca. 1200 mq. e due piani fuori terra, che bene può adattarsi a diventare la futura stazione passeggeri dello scalo.

La sfida per il 2015 è rappresentata nella proseguimento dei lavori di ampliamento delle infrastrutture portuali per il completamento dell’impianto portuale di Val da Rio.