Regate di vela Radiocomandate

Scarica il programma Ottobre Blu  2015

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERADopo alcuni anni di frequentazione dello specchio d’acqua del Parco Bissuola a Mestre da parte di un piccolo gruppo di appassionati di modelli di barche a vela, tra i quali erano presenti nomi già noti nel campo nazionale ed internazionale di questa specialità, nasce, nel 2009, il “Gruppo ErreciVela” che nel 2011 diventa a tutti gli effetti una ASD (Associazione Sportiva Dilettantistica) con sede a Mestre.

Ad oggi l’associazione conta ben 28 iscritti, uno dei gruppi più numerosi ed attivi della categoria presente in Italia, nell’ambito della quale non ci sono limiti di età per iscriversi, come dimostrato dal fatto che il più giovane iscritto ha 13 anni e il più anziano ne ha 89.
All’interno dell’Associazione alcuni dei soci sono modellisti a tutti gli effetti: costruiscono infatti le proprie imbarcazioni partendo da un disegno chi utilizzando il legno, chi utilizzando stampi e materiale composito ed è questo, a nostro avviso, che da al gruppo un valore aggiunto importante soprattutto per la formazione di nuovi adepti.
Le nostre barche possono essere la riproduzione in scala di una barca vera, oppure una vera e propria “macchina da corsa”, con linee d’acqua e piani velici strutturati in modo da conferire doti di navigazione competitive ed un ampio raggio di utilizzo nelle diverse condizioni di vento e di onda.
Nonostante l’apparente complessità dei meccanismi di manovra, lo skipper governa il modello tramite una radiocomando a 2 canali che invia un segnale. Tale segnale viene captato e convertito in impulsi elettrici dalla ricevente che a sua volta invia l’input ai servocomandi, che, a loro volta, convertono l’impulso elettrico in movimento meccanico.
I servocomandi sono 2: un verricello per regolare il movimento di entrambe le vele, ed un servocomando per il movimento del timone e di conseguenza il controllo della direzione.
L’energia per il movimento della barca non può altro che essere data dal vento, mentre per il funzionamento delle parti elettroniche (ricevente e servocomandi) l’energia viene fornita da un piccolo pacco di batterie. Gli accessori sono pensati per soddisfare criteri estetici e tecnici; questi modelli infatti devono essere in grado di navigare con venti fino a trenta nodi. L’attrezzatura velica, la deriva, il bulbo ed il timone possono essere smontati per facilitarne il trasporto.

Le regole di regata sono le stesse delle imbarcazioni vere: tutto ciò conferisce a questo gioco affascinante anche un valore tecnico non indifferente.
OTTOBRE Blu 2014 ospiterà la mattina del 19 ottobre, una delle tappe del Campionato Sociale classe IOM (International One Meter) che ogni anno il Gruppo Errecivela svolge.