Donne per la scienza: dall’ingegneria nucleare alla neourochirurgia

Scarica il programma Ottobre Blu  2015

14 Ottobre ore 15:00

Palazzina Scalo Marittimo – Isola Saloni

Prof.ssa BINELLO

La Prof.ssa Emanuela Binello e’ nata a Torino come Emanuela Maugeri, ed ha mantenuto con il cognome paterno la cittadinanza Italiana e l’iscrizione all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).  Si e’ trasferita con la madre negli Stati Uniti , ottenendo la cittadinanza americana con il cognome Binello della madre, godendo cosi il privilegio della doppia cittadinanza. A Providence, Rhode Island, completò, con il massimo dei voti, le elementari, medie e liceo presso la Moses Brown School, una delle migliori scuole preparatorie per l’università, pur mantenendo un intenso curriculum extra-scolastico con lo studio del pianoforte, violino, danza classica e lingua russa che parla in aggiunta all’italiano, inglese, francese e spagnolo. A Boston, iniziò i studi universitari presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT), prima fra le dieci università migliori del mondo per tecnologia e scienza.. Nel 1995, ha ottenuto simultaneamente due lauree a pieni voti, una in ingegneria nucleare e l’altra in studi russi. Venne indotta nella Alpha Nu Sigma Society per la sua eccellenza accademica in ingegneria nucleare.  In seguito, ha ottenuto master e dottorato di ricerca (PhD) in ingegneria nucleare, con la tesi sull’utilizzo dei neutroni per trattamenti terapeutici. Nel programma congiunto di Harvard-MIT Health Sciences and Technology (HST), ha conseguito il secondo dottorato di ricerca (ScD) in ingegneria e scienza medica dal MIT, ed  il dottorato in medicina (MD) da Harvard.  Durante la cerimonia di consegna del dottorato di ricerca ScD, fu l’unica a ricevere una “standing ovation” dal corpo docente del MIT. Terminati i studi a Boston nel 2006, si trasferì a New York per conseguire la specializzazione di neurochirurgia alla Mount Sinai School of Medicine, dove ha concentrato i suoi studi sulla chirurgia e terapia dei tumori al cervello. E’ stata premiata come migliore specializzanda dall’Associazione dei Neurochirurgi di New York.  A luglio del 2013, basato sul successo ottenuto, ha ricevuto l’incarico di professore di neurochirurgia e direttore di neurochirurgia oncologica presso la Boston University School of Medicine e Boston Medical Center. E’ membro di prestigiose associazioni professionali ed e’ autrice di numerose pubblicazioni su riviste internazionali nei campi dell’ingegneria nucleare e neurochirurgia.

L’ingegneria nucleare e la neurochirurgia sono a tutt’oggi campi molto selettivi e dominati dalla presenza maschile. Negli Stati Uniti, su un totale di circa 5,700 ingegneri nucleari, le donne costituiscono 12%. Il numero di neurochirurgi e’ inferiore a quello degli ingegneri nucleari e le donne costituiscono una percentuale ancora piu’ bassa.  La specializzazione di neurochirurgia e’ la piu’ lunga (sette anni) e difficile, e richiede dedizione ed impegno spesso non comparabile ad altre specialita’. Su circa 3,600 neurochirurgi statunitensi, solo 165 sono donne (4.7%), e di queste, solo 25 sono a tempo pieno con incarico accademico presso università con centri medici.  La Prof.ssa Binello e’ l’unica neurochirurga, non solo negli stati uniti, ma a livello mondiale, che ha ricevuto due dottorati di ricerca dal MIT, oltre al dottorato in medicine di Harvard. Il successo della donna in questi campi scientifici dominati dalla presenza maschile, richiede non solo doti personali, ma anche un favorevole ambiente familiare.